La sposa di Chucky (Film)

La sposa di Chucky (Bride of Chucky) di Ronny Yu (Usa/1998)

Durata : 89’ Genere : Orrore, commedia

 

Dopo aver ricucito Chucky, la bambola infernale modello „Good Guy”, la sensuale serial Killer Tiffany (un tempo l’amante dello spietato Charles Lee Ray) riesce a rianimarla sottoponendola ad ogni forma di umiliazione fino a quando lo stesso Chucky non riuscirá ad incastrare Tiffany nel corpo di una bambola dai capelli biondi. I due a questo punto decideranno di allearsi….

Scritto da Don Mancini e diretto da un regista Hongkongese alla sua prima regia americana il quarto episodio della saga di Chucky sembra quasi un reboot dell’intera serie con l’inserimento di una seconda bambola decisamente piú accattivante del protagonista al quale ruba subito la scena con sequenze memorabilie (vedi la sigaretta accessa con lo zippo) ; anche nel ritmo pero’ il film risente positivamente dello stile asiatico con inseguimenti esplosioni ed invenzioni di ogni tipo e che si sia passato al horrror duro lo si intuisce anche grazie alle citazioni di „Non aprite quella porta”, „Nightmare’”, „Venerdi 13” e „Halloween” mentre il titolo é un omaggio al classico „La moglie di Frankenstein” (vedi la sequenze della vasca da bagno preludio del nascita di Tiffany) e il finale geniale quanto sconcertante é un ovvia citazione di „Alien”. Nel cast Jennifer Tillyn nel ruolo di Tiffany, Brad Dourif (la voce di Chucky) e Alexis Arquette all’epoca fratello di Patricia e Rosanna nel ruolo di Damien il ragazzo goth innamorato di Tiffany. Colonna sonora a dir poco strepitosa che include canzoni dei Blondie, White Zombie, Monster Magnet, Type o Negative, Slayer e Motorhead. Girato in Canada e con un sequel dal titolo „Il figlio di Chucky”.

Precedente Amityville Dollhouse (Film) Successivo Inferno in diretta (Film)